Chianciano Terme

59 min – 59,5 Km dall’Hotel More di Cuna.
Le proprietà benefiche delle acque minerali di questa cittadina erano già apprezzate da Etruschi e Romani, che avevano occupato stabilmente la zona edificando un importante centro abitato.

La presenza in questo territorio di numerosi sepolcreti fa pensare a un insediamento, forse più di uno, gravitante intorno alla città di Chiusi. Se Chiusi ha però raggiunto il periodo di maggior splendore nel V secolo a.C., nel chiancianese sono ricchi i resti del periodo del Bronzo e del Ferro. Tra questi degno di nota è l’insediamento eneolitico di Chiarentana, alle pendici del monte Cetona, dove sono state scoperte le fondamenda di alcune capanne con la presenza di resti ceramici e materiali in ossidiana.

Il ritrovamento di questi oggetti testimonia un ricco scambio commerciale che era esistente con l’arcipelago pontino, e in particolare con l’Isola di Palmarola, luogo di produzione dell’ossidiana. Alla fine dell’età del Ferro (X – IX secolo a.C.) in queste colline che si affacciano sulla Val d’Orcia si formò un ricco e popoloso insediamento del quale non c’è traccia ma che è sicuramente esistito per via della ricca necropoli in corso di scavo dal 1990.